Warning: Illegal string offset 'lang' in /web/htdocs/www.andreasarubbi.it/home/wp-content/plugins/keyword-statistics/keyword-statistics.php on line 353

Warning: Illegal string offset 'keywords' in /web/htdocs/www.andreasarubbi.it/home/wp-content/plugins/keyword-statistics/keyword-statistics.php on line 354

Warning: Illegal string offset 'description' in /web/htdocs/www.andreasarubbi.it/home/wp-content/plugins/keyword-statistics/keyword-statistics.php on line 356

Warning: Illegal string offset 'lang' in /web/htdocs/www.andreasarubbi.it/home/wp-content/plugins/keyword-statistics/keyword-statistics.php on line 353

Warning: Illegal string offset 'keywords' in /web/htdocs/www.andreasarubbi.it/home/wp-content/plugins/keyword-statistics/keyword-statistics.php on line 354

Warning: Illegal string offset 'description' in /web/htdocs/www.andreasarubbi.it/home/wp-content/plugins/keyword-statistics/keyword-statistics.php on line 356

Prodi

La politica è anche marketing (pure la scelta del nome Equitalia lo fu nel governo Prodi), uno sport in cui Renzi è più forte di Visco e Padoa Schioppa.

Continue reading about Equitalia, i nomi e le cose

Pochi ma buoni? Detta dopo il Brexit, sembra la volpe e l’uva. Ma ora l’Italia può guadagnare peso e incidere di più nelle politiche strabiche dell’Ue.

Continue reading about Il Brexit e noi

“Imminente” l’addio di Napolitano, a 20 mesi dal bis: rispetto al 2013 la maggioranza è più larga, ma le riforme sono ancora buone intenzioni.

Continue reading about Nel guado

“Guardi, mentre rivendico l’esperienza del primo governo Prodi come una fase felice, di grande impegno sociale e grandissimi scherzi telefonici, il secondo governo Prodi è stato invece un pieno di amarezza, di frustrazione e di rammarico: il Centrosinistra aveva vinto per un pugno di voti e ho dovuto improvvisamente diventare responsabile, dalla sera alla mattina, […]

Continue reading about Il voto dilettevole

Prima ancora che Matteo Renzi si candidasse per le primarie, avevo già deciso da quale parte stare: dalla parte di un’offerta politica di Centrosinistra più coraggiosa di quella che eravamo stati capaci di mettere sul piatto negli ultimi 4 anni. Non ne ho mai fatto una questione contro Pierluigi Bersani, persona di grande equilibrio e […]

Continue reading about Io voto per

Sono ormai diversi giorni che si parla solo dei tagli alle tasse: tagli virtuali, perché al momento sono fermi nella testa di Tremonti, e nessuno può prevedere se, quando e come si tradurranno in un articolo di legge. Invece – e lo dico con sommo dispiacere – nessuno sembra essersi accorto dei tagli che il […]

Continue reading about I tagli veri

La cosa non è nota ai più, perché Carlo Giovanardi si è fatto conoscere soprattutto per il test antidroga ai parlamentari, ma tra le sue competenze c’è pure la famiglia. Ma forse presto dovremo usare l’imperfetto, perché stamattina il sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha minacciato le dimissioni: un gesto di protesta (e di impotenza) […]

Continue reading about Family bluff

Elenco dei Paesi in cui non andrò in vacanza nel 2011: Afghanistan, Algeria, Arabia Saudita, Cuba, Egitto, Filippine, Iraq, Iran, Kazakhstan, Marocco, Pakistan, Russia, Sri Lanka, Sudan, Tunisia, Venezuela e Vietnam. Tutti quelli assenti, cioè, alla cerimonia di consegna del Nobel 2010 per la pace, che quest’anno è stato vinto da una sedia vuota. Ho […]

Continue reading about La sedia vuota

Premetto di non nutrire grande trasporto per il soggetto in questione: tempo fa, ritrovandomelo tra le “Persone che potresti conoscere” di Facebook, andai sul suo profilo per scoprire che il suo orientamento politico era “boh”. Ci sono tornato or ora, per controllare: è ancora “boh”. Come milioni di italiani, in difficoltà di fronte alla scelta […]

Continue reading about Quelli che boh

Venerdì la notizia della tessera rinnovata, ieri sera l’ospitata in tv da Fabio Fazio: a giudicare dai commenti che leggo, mi sembra di capire che nel popolo del Pd c’è voglia di Romano Prodi, o per lo meno nostalgia. Un anno fa, in campagna elettorale, si tentava addirittura di non nominarlo; ora, invece, sono in parecchi quelli […]

Continue reading about Si stava meglio?