Immigrazione

8 cosette veloci a caldo, buttate giù dopo questa edizione di MasterChef. Che ha insegnato, a chi sa leggerle, diverse cose sulla televisione.

Continue reading about Quel che resta di MasterChef

Con il Renzi uno scompare il ministero dell’Integrazione: due ministri in poco più di due anni, molti spunti per la polemica leghista, meno risultati di quanti gli stessi ministri avrebbero probabilmente desiderato. Qualcosa di buono è venuto fuori sia con Andrea Riccardi che con Cécile Kyenge – soprattutto sul fronte della burocrazia e della vita […]

Continue reading about Disintegrazione

Roberto Formigoni ha già messo le mani avanti: ci sia una moratoria sui temi etici, ha scritto su Twitter, perché alle ultime elezioni non ha vinto nessuno. E il governo, ha aggiunto, ha un mandato limitato alle riforme economiche, elettorali e costituzionali. Difficile dargli torto sul risultato delle ultime Politiche, difficile anche contraddirlo sul respiro […]

Continue reading about Un tema scomodo

Grillo smentisce i senatori sull’abolizione del reato di clandestinità e ammette: se il M5S non segue la pancia dell’elettorato, sparisce. Ma è politica?

Continue reading about Sotto la pancia

Lampedusa è la frontiera dell’Europa, che fa finta di non vedere. Ma l’Italia non può ridurre tutto a un alibi: sull’immigrazione ha le sue colpe.

Continue reading about Alibi veri e memoria corta

Giovedì mattina, ore 11.20, Camera dei deputati: si devono votare gli emendamenti alla legge sull’omofobia – alcuni tirano il testo da una parte, alcuni dall’altra – e il governo è invitato a dare i pareri. La risposta del viceministro Cecilia Guerra, che ha ereditato da Josefa Idem la delega alle Pari opportunità, è sincera e […]

Continue reading about Fermi tutti

Momentaccio per la Lega: ha portato il caso Shalabayeva in Aula, parla di imprese, ma fa notizia solo se insulta gli immigrati. E Mediaset la ignora.

Continue reading about La Lega all’angolo

La discussione sulla cittadinanza ai nuovi italiani sembra iscritta all’albo dei temi che tornano a riva a ogni cambio di legislatura, per poi finire inghiottiti dalle onde dell’emergenza e riperdersi sul fondo del mare. Non c’è il clima, si ripete ogni volta. Non sono queste le priorità, si argomenta con saccenza. E l’Italia resta ferma […]

Continue reading about Si ricomincia?

Sempre a proposito di Usa e di immigrazione: il fenomeno al Super Bowl di ieri sera è stato Joe Flacco,  quarterback di chiare origini italiane. Come lo erano altri due quarterback amatissimi negli anni Ottanta, Joe Montana (San Francisco 49ers) e Dan Marino (Miami Dolphins). La cosa curiosa è che quest’anno ha vinto la squadra […]

Continue reading about Italian pride

Può darsi che anche stavolta non se ne faccia nulla, perché alla Camera comandano ancora quei repubblicani che in passato la bocciarono. Ma mai come ora, negli Stati Uniti, la riforma dell’immigrazione sembra a un passo: dopo il sostegno esplicito di McCain al Dream act promesso da Obama, un milione e mezzo di figli di […]

Continue reading about Il sogno bipartisan