Economia

Mille giorni fa c’era un decreto che avrebbe dovuto salvare l’Italia. Tra mille giorni, chissà se andrà meglio.

Continue reading about Mille giorni fa

Sky vince la gara dei diritti tv, Mediaset spera di aggiustare il tutto all’italiana. Non è un problema di calcio, ma di Paese.

Continue reading about All’italiana

Bellissima via Crucis ieri sera al Colosseo con Papa Francesco: politica in senso alto e nobile. Breve raccolta delle frasi più significative.

Continue reading about Via Crucis in pillole

Miracoli della campagna elettorale: i rigoristi rinviano il pareggio di bilancio per trovare coperture, gli antirigoristi contrari per non favorire Renzi.

Continue reading about Ce lo chiedono le Europee

Pochi numeri, ma raccontati bene: Renzi esce vivo dal primo Def e manda a Bruxelles un segnale positivo. Restano comunque parecchie incognite.

Continue reading about I numeri e le incognite

Le Europee premiano spesso il voto in libera uscita, e il fronte antieuro domina i sondaggi. Renzi riuscirà a dire la verità senza perdere voti?

Continue reading about Il capro espiatorio

Si discute sul self service e la carta igienica, ma non sui nodi chiave: il bilancio della Camera è l’ennesima occasione persa.

Continue reading about Il gioco delle tre carte

È difficile capire se quello di Civitanova Marche sia stato un suicidio per povertà o un suicidio per vergogna. Probabilmente entrambe le cose, perché quando non sei abituato a chiedere aiuto, ma ti ritrovi nelle condizioni di doverlo fare, il macigno psicologico non è meno pesante di quello materiale. E se hai fatica ad ammetterlo […]

Continue reading about La vergogna di essere nudi

Non va bene che i miei figli non sappiano l’inglese, pensavo ieri sera. E così ho deciso di mandarli quest’estate in un college a Oxford, perché non è giusto che in un mondo globalizzato gli italiani abbiano meno possibilità di chi nasce in un Paese anglofono. Tre mesi a Oxford, fino a quando non avranno […]

Continue reading about Buon voto

Non sono l’esegeta del presidente Napolitano, ma le sue parole a Washington contro chi prima ha sostenuto Monti e ora rinnega tutto mi hanno fatto venire voglia di rileggermi un po’ di resoconti parlamentari. Che provocano uno strano effetto, devo dirlo, alla luce di questa campagna elettorale: prima di finire a colpi di invettive reciproche, […]

Continue reading about Pensavo fosse amore