Cittadinanza

Tutti contro Balotelli, che utilizzerebbe la scusa del razzismo perché non accetta le critiche: una lettura superficiale quanto certi atteggiamenti di Mario.

Continue reading about I fantasmi di Mario

Con il Renzi uno scompare il ministero dell’Integrazione: due ministri in poco più di due anni, molti spunti per la polemica leghista, meno risultati di quanti gli stessi ministri avrebbero probabilmente desiderato. Qualcosa di buono è venuto fuori sia con Andrea Riccardi che con Cécile Kyenge – soprattutto sul fronte della burocrazia e della vita […]

Continue reading about Disintegrazione

Roberto Formigoni ha già messo le mani avanti: ci sia una moratoria sui temi etici, ha scritto su Twitter, perché alle ultime elezioni non ha vinto nessuno. E il governo, ha aggiunto, ha un mandato limitato alle riforme economiche, elettorali e costituzionali. Difficile dargli torto sul risultato delle ultime Politiche, difficile anche contraddirlo sul respiro […]

Continue reading about Un tema scomodo

La discussione sulla cittadinanza ai nuovi italiani sembra iscritta all’albo dei temi che tornano a riva a ogni cambio di legislatura, per poi finire inghiottiti dalle onde dell’emergenza e riperdersi sul fondo del mare. Non c’è il clima, si ripete ogni volta. Non sono queste le priorità, si argomenta con saccenza. E l’Italia resta ferma […]

Continue reading about Si ricomincia?

Può darsi che anche stavolta non se ne faccia nulla, perché alla Camera comandano ancora quei repubblicani che in passato la bocciarono. Ma mai come ora, negli Stati Uniti, la riforma dell’immigrazione sembra a un passo: dopo il sostegno esplicito di McCain al Dream act promesso da Obama, un milione e mezzo di figli di […]

Continue reading about Il sogno bipartisan

Una delle accuse che viene mossa più spesso ai parlamentari eletti con il Porcellum è quella di non rappresentare nessuno. Ed è una critica ancora più frequente quando detti parlamentari sono, come nel mio caso, pezzi di società civile che non hanno mai svolto un’attività politica a livello locale. Oggi, a poche ore dalla fine […]

Continue reading about Grazie e basta

Ho concluso la mia carriera quinquennale di interrogazioni parlamentari oggi pomeriggio, con il tema che più di tutti mi tocca il cuore: l’immigrazione e, in particolare, la cittadinanza. Ieri, Giornata del migrante, c’era stato un botta e risposta a distanza tra il rapper Amir, autore della colonna sonora di Scialla, e il presidente della Repubblica. […]

Continue reading about Caro presidente

Sono un po’ stanchino, come disse Forrest Gump dopo aver corso per tutti gli Stati Uniti. Stanchino ma contento di averci messo la faccia, di aver combattuto a testa alta, di aver difeso un’idea senza calcolare se mi convenisse o meno, di aver riportato a votare tanta gente che da un pezzo non ne aveva […]

Continue reading about A testa alta

La Camera ha approvato ieri pomeriggio, nella Giornata dell’infanzia, una mozione che impegna il governo sulla cittadinanza ai minori: in teoria dovrei cantare vittoria, salutando il frutto di un lungo lavoro che mi vede coinvolto in prima linea da luglio 2009; in pratica sono ormai troppo smaliziato per entusiasmarmi, dopo quattro anni e mezzo di […]

Continue reading about Too little, too late

Una delle metafore migliori sull’immigrazione in Italia, rubata a Massimo Livi Bacci, è che non va vista come una protesi ma come un trapianto: non si mette al mattino e si leva la sera, ma diventa un tutt’uno con il corpo che la accoglie, con tutti i pregi che ciò significa e con tutti i […]

Continue reading about Italia, 2012