Bersani

Regge l’asse Renzi-Orfini, che diventa presidente del Pd. Approfittando delle divisioni della minoranza, nemmeno in grado di esprimere un candidato comune.

Continue reading about Matteo & Matteo

Zero a zero su campo impraticabile, poi gol di Renzi nei supplementari. Ma lo streaming con Grillo è solo un teatrino (il terzo) prima delle Europee.

Continue reading about Molto streaming per nulla

La vittoria di Renzi alle primarie Pd scuote le larghe intese: senza la sentenza della Consulta sul Porcellum, sarebbe già campagna elettorale.

Continue reading about Appesi a un filo

Si avvicinano le primarie e il congresso del Pd si trasforma in una sfida tra fantasmi: berlusconismo contro dalemismo. Come se non ci fosse un futuro.

Continue reading about Fantasmi

Pure una bugia, se ripetuta più volte e nelle occasioni giuste, può diventare una verità: il Movimento 5 Stelle ne ha dato prova più volte nelle ultime ore, con una strategia comunicativa sapiente e spregiudicata. Lo ha fatto, per esempio, al termine delle consultazioni con Napolitano, sostenendo di essere “la prima forza politica per numero […]

Continue reading about La trappola

Capisco che un’intervista come quella che ho rilasciato a Francesca Schianchi, sulla Stampa di oggi, possa finire dritta nella collana “Nonni e flipper”. Capisco, ma non me ne frega un emerito cavolo. Perché purtroppo – e ci tengo a rimarcare il purtroppo, visto che  i cadaveri sulla riva non li ho mai aspettati, né lo […]

Continue reading about È scappato il giaguaro

Bill Emmott, già direttore dell’Economist, non è certamente accusabile di simpatie berlusconiane. Anzi, fu proprio sotto la sua direzione che il settimanale britannico definì Berlusconi unfit, inadatto, a governare. Ma vede l’Italia come una bella addormentata, da svegliare al più presto: su questa tesi ha costruito anche un docufilm (Girlfriend in a coma) sulle ragioni […]

Continue reading about L’Italia in coma

Non sarebbe elegante, da parte mia, mettermi a fare una riflessione sui singoli candidati nelle liste Pd: avrei da dire su diversi nomi, e sui meccanismi che li hanno portati a occupare quelle caselle, ma sono troppo parte in causa per sembrare obiettivo. Mi limito dunque a riprendere una riflessione abbozzata ieri sera su twitter, […]

Continue reading about La verità, vi prego, sulle liste

Stamattina ho albeggiato con Cnbc, ospite di una diretta da Montecitorio prima che aprissero le Borse. Le domande erano sostanzialmente quattro. Uno: non è che Berlusconi vince un’altra volta, vero? No. Due: rispetterete gli impegni presi con l’Europa? Sì, pure con Vendola. Tre: è vera questa storia del salvataggio? Credo di no, visto che da […]

Continue reading about Monti dopo Monti

Riassunto della situazione per non addetti ai lavori. Bersani vince le primarie del Pd e il povero Silvio – schivata la minaccia di Renzi, che lo avrebbe costretto alla pensione – decide di giocarsi il tutto per tutto: d’altra parte i sondaggi danno il Pdl in calo e il Pd in ascesa (vista Repubblica di […]

Continue reading about Leali sì, ingenui no