Andrea Sarubbi

Le bandiere italiane dietro a Renzi nella diretta Facebook e la vittoria di Trump negli USA hanno qualcosa in comune: il vento che è cambiato.

Continue reading about Prima i nostri

Nella campagna sul referendum costituzionale è entrata pure la vittoria di Trump. Il sì e il no hanno sempre meno a che fare col merito della riforma.

Continue reading about Il quesito superfluo

Polemiche pure sul terremoto, che diventa l’occasione buona per tutto: attaccare il governo, fare uno spot al sì al referendum, criticare il Papa. Aiuto.

Continue reading about Un bel tacer

La politica è anche marketing (pure la scelta del nome Equitalia lo fu nel governo Prodi), uno sport in cui Renzi è più forte di Visco e Padoa Schioppa.

Continue reading about Equitalia, i nomi e le cose

Italia in vetrina per la cena alla Casa Bianca, e Renzi se l’è giocata bene. Buon appetito a tutti, ma soprattutto a Giusi Nicolini e Bebe Vio.

Continue reading about A cena da Barack

Lo slogan era coRAGGIo, ma finora gli elettori ne hanno avuto più dei loro rappresentanti: due parole su Roma, sperando che il M5S cambi marcia.

Continue reading about Paura?

L’uomo che ha diviso il Paese e cambiato la politica italiana compie 80 anni. Breve riflessione su Berlusconi di uno che lo ha combattuto in Parlamento.

Continue reading about C’era una volta Silvio

Hillary Clinton ha problemi di salute e il diritto alla privacy – inventato negli Usa – muore sull’altare dell’informazione. Giusto o sbagliato?

Continue reading about La gente vuole sapere

Onestà e trasparenza, avevano detto. E su quella promessa avevano conquistato voti e speranze. Ora il M5S traballa nella prova più difficile: Roma.

Continue reading about Guerre Stellari

Il labrador Leo, nuovo eroe del post-terremoto, ha già incontrato il Papa, la Merkel e Renzi. Piace a destra e a sinistra, perché è un cane.

Continue reading about Leo, la Pixar e il bisogno di eroi