Ambiente

Cosa resta del referendum sulle trivelle, il giorno dopo? Le secchiate di demagogia, da ogni parte, in una conta perenne tra renziani e antirenziani.

Continue reading about Pensavo fosse un referendum

Nel caso Guidi-trivelle, il problema non è una legge in più, ma la permeabilità delle istituzioni. Torna lo scontro politica-magistratura?

Continue reading about Grigie praterie

Per la prima volta dall’inizio di questa legislatura, la maggioranza delle larghe intese sente il fiato sul collo delle opposizioni e deve mettere la fiducia su un provvedimento ormai in dirittura d’arrivo. La norma è il cosiddetto decreto Piombino, che si occupa in realtà di varie emergenze ambientali (dai rifiuti in Campania e Sicilia alla […]

Continue reading about La fiducia controvoglia

La tappa romana di Matteo Renzi, a settembre scorso, fu preceduta da una giustissima ondata di indignazione contro i manifesti abusivi che annunciavano il suo incontro all’auditorium di via della Conciliazione. Si indignarono tutti: i militanti del Pd, quelli delle altre forze di Centrosinistra che avrebbero partecipato alle primarie, il sindaco Alemanno e addirittura il […]

Continue reading about Facciamo una moratoria?

Il primo provvedimento di un certo rilievo dopo la pausa d’agosto è arrivato in Aula oggi, ma in realtà è già vecchio di un mesetto abbondante: una settimana dopo l’informativa alla Camera del ministro Clini sull’Ilva, infatti, il decreto per il risanamento ambientale dell’area di Taranto era già in Gazzetta ufficiale, preceduto – tra l’altro […]

Continue reading about Primo passo

Mettiamola così: di tutte le forze politiche intervenute oggi in Aula, nella discussione sull’Ilva di Taranto, nessuna ha chiesto la chiusura degli impianti. Probabilmente lo avrebbero fatto i Verdi, se fossero stati in Parlamento, ripetendo il programma elettorale (piuttosto inverosimile, in verità) di Bonelli alle amministrative di Taranto: chiusura dell’area a caldo e impiego dei […]

Continue reading about Tra il lavoro e la vita

Il decreto sul terremoto appena approvato dalla Camera è un buon esempio di come la politica possa dare risposte positive, sia nel metodo che nel merito. Nel metodo, perché per una volta si è messa da parte la contrapposizione tra partiti e si è finalmente cercato di lavorare insieme, anche in sintonia con la Regione […]

Continue reading about L’Emilia riparte

A un mese dal terremoto, il decreto sul riordino della Protezione civile – che il governo aveva licenziato prima, ma che è arrivato in Aula questa settimana – acquista un significato ancora maggiore di quello che già avrebbe avuto di suo. Ci eravamo lasciati, ai tempi di Berlusconi, con la proposta di privatizzarla; ma il […]

Continue reading about Post criccam

Quando tre mesi fa mi trovai davanti Claudio Lotito al quarto piano di Palazzo Montecitorio, nel corridoio della Commissione Cultura, pensai che la legge sugli stadi non si sarebbe più fatta: il presidente della Lazio – così almeno diceva Radio Transatlantico in quei giorni – aveva praticamente convinto un buon pezzo del Terzo Polo e […]

Continue reading about Forse ci siamo

Sul Corriere della sera di sabato, Marco Imarisio raccontava la storia bellissima di un birrificio terremotato: un’azienda un po’ speciale, a conduzione familiare, che faceva lavorare disabili psichici e che ora si trovava senza cella frigorifera. Mi sono messo all’opera per cercarne una, e quando l’ho trovata – all’ora di pranzo di sabato stesso – ho […]

Continue reading about La foto di Vasco