Se questo è il nuovo corso della Lega, andiamo davvero male, perché quello che è successo oggi a Verona ha dell’incredibile. L’ordine di scuderia, mi sembra evidente, è quello di alzare la voce sui temi più cari: sul fronte politico la secessione, sul fronte sociale gli immigrati. E sarà così, temo, da qui alle prossime elezioni, soprattutto se – come sembra dalla nomina di Andrea Riccardi a ministro – il governo Monti vorrà lasciare qualche segno nel campo dell’integrazione. Oltre tutto, la battaglia contro gli immigrati non serve solo a recuperare i voti della destra nordista: serve pure a tenere unito un partito che, come hanno dimostrato le ultime settimane e gli ultimi congressi, ha più di un problema interno. Penso alla polemica tra Bossi e Tosi, per dire, e non mi stupisco quindi che il protagonista della storia di oggi sia proprio il sindaco di Verona.

In piena emergenza Lampedusa, quando era scoppiato il problema dei profughi da accogliere, rigirai qui sul blog l’appello del signor Giorgio Tedeschi, un albergatore di Verona, che dopo aver visto le immagini dei disperati ammassati nel porto dell’isola aveva messo a disposizione il proprio residence per accoglierne 200. Non voleva guadagnarci sopra: era un momento di calma piatta dal punto di vista turistico, aveva 96 camere vuote e gli bastava soltanto rientrare nelle spese. Trovai una sua intervista su internet e lo chiamai, per cercare di sbloccare la situazione; telefonai addirittura al prefetto, ma la risposta fu abbastanza evasiva: la scusa ufficiale era che in un residence non si potessero limitare le fughe, la mia controproposta fu di mandarci almeno i minori o i richiedenti asilo (che comunque per legge non possono essere espulsi), ma liquidarono anche me con il classicissimo “le faremo sapere”. Da allora, purtroppo, nessuno si è degnato di scrivere due righe al signor Tedeschi, neppure per ringraziarlo della disponibilità, mentre vari sindaci di Centrodestra hanno giocato a tamburello con i profughi per cercare di non ospitarne nel proprio Comune. E le camere del residence sono rimaste vuote. Siccome Tedeschi non è stato zitto, ma ha continuato a chiedere spiegazioni, il sindaco leghista lo ha messo nel mirino, e stamattina gli ha sequestrato 9 camere con l’accusa di favoreggiamento della prostituzione: la prova inconfutabile del reato sarebbero i profilattici trovati nei comodini dalla polizia municipale, che è andata lì per un’ispezione. Il Manager’s residence ospita, al momento, alcune immigrate in possesso di regolare permesso di soggiorno, i cui documenti sono naturalmente a disposizione delle autorità; queste ragazze alla sera si prostituiscono nei viali, dopodiché tornano nel residence a dormire; Giorgio Tedeschi ha vietato loro, fin dal primo giorno, di portare clienti nelle stanze, ma naturalmente non è responsabile di ciò che le sue ospiti fanno una volta uscite dall’albergo. Ora, mentre scrivo, Tosi sta sproloquiando in conferenza stampa. E il signor Tedeschi – che farà la figura del pappone, solo perché non ha nessuno a cui raccontare la propria versione dei fatti – mi chiede, se possibile, di aiutarlo a far sapere la sua verità.

P.S. Gli inquirenti sostengono di avere dei video in cui si vedono le ragazze portare clienti nel residence. Il signor Tedeschi ribadisce che le telecamere del suo residence – accese anche di notte, quando non c’è il servizio di reception – non hanno filmato nulla. Riferisce poi di alcuni eventi simili accaduti tempo fa, con nuove ospiti poco inclini a rispettare il regolamento del residence, che proprio per questo sono state allontanate. Io continuo a credere alla sua buona fede e non cambio opinione di una virgola sulla vendetta della Lega. Ci terremo aggiornati sulle indagini.

Did you like this? Share it:

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

5 commenti to “La Lega addosso”

  1. manuela scrive:

    DELLA STUPIDITA’ DEI LEGHISTI

    Quale occasione migliore dell’attuale, di riconoscere la cittadinanza italiana ai nati italiani da genitori stranieri? Quale altra opportunità di accollare agli extracomunitari un debito per ogni nato di circa 35.000 €?

    Gli unici ad opporsi a questa diabolica operazione sono proprio i leghisti, ma non per difendere economicamente i nuovi nati extracomunitari, ma semplicemente perché ancora non hanno spiegato loro l’operazione con il disegnino

  2. A Roma se’ direbbe che so’ de’ poracci
    quelli che ancora credono nella Lega.
    Che non va sottovalutata però, perchè
    fa più danni della grandine….per la loro decultura,
    ignorano le più elementari norme civili

  3. Lorenzo M. scrive:

    Il segretario di un importante partito di opposizione poco tempo fa aveva dato importanti segnali di apertura verso questa forza politica, palesemente xenofoba, razzista e stupida in modo deprimente.
    Magari, alla luce di quanto stai raccontando, potresti provare a chiederne conto.

  4. MANLIO scrive:

    Di che meravigliarsi?Sono venute in Italia perchè è il paradiso di puttane,delinquenti di strada,spacciatori,teppisti,grazie ai politici come lei.Ci faccia sapere,On Sarubbi,ci tenga “aggiornati”.La cassaforte nel muro ce l’ha,per tenerli buoni dovessreo venire a visitarla?

  5. riccardo scrive:

    Torno a ribadire che la Lega è un partito che dovrebbe essere messo al bando, come al bando fu messo il partito fascista. Continuare a trattarla come un semplice ‘monellaccio’ permette di fare il loro gioco, cioè quello di persuadere nel tempo le masse ad una deriva sempre più xenofoba e razzista. Una serpe che ci stiamo covando in seno ormai da troppo tempo.

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Paged comment generated by AJAX Comment Page
IMPORTANTE! Prima di pubblicare il commento, devi mostrare le tue abilità matematiche e risolvere la difficilissima operazione qui sotto (è una precauzione anti-spam, abbi pazienza). Poi spingi il pulsante "submit".

Quanto fa 6 + 14 ?
Please leave these two fields as-is: