Politica

La parrocchia di Saint-Etienne-du Rouvray come il monastero di Tibhirine, vent’anni dopo. Hollande parla di guerra, il Papa di pace.

Continue reading about Questo è il mio sangue

Giustizialismo, sparate, insulti: Cleveland archivia la convention di Trump, che ha preso in leasing i repubblicani per andare alla Casa Bianca.

Continue reading about Ai piedi di Trump

La prima donna premier dopo Margaret Thatcher cerca di passare per post-ideologica come Angela Merkel. Ecco Theresa May, la regina della tattica.

Continue reading about May Day

Con il 3%, NCD porta a casa Interni, Salute e 8 vice o sottosegretari: perché andar via? Il problema sarà la scelta tra essere carne ed essere pesce.

Continue reading about Alfano, NCD e il vitel tonné

Pochi ma buoni? Detta dopo il Brexit, sembra la volpe e l’uva. Ma ora l’Italia può guadagnare peso e incidere di più nelle politiche strabiche dell’Ue.

Continue reading about Il Brexit e noi

Raggi a Roma, Appendino a Torino: due grandi sfide per il M5S, due messaggi chiari per Renzi e il suo governo, sempre meno salvifico e sempre più normale.

Continue reading about AtterRaggi

Che cosa resta del consenso di Renzi delle Europee? Come va il M5S post-Casaleggio? Come se la passa la destra? Dalle amministrative si capisce qualcosa.

Continue reading about Una specie di test

Dice mons. Suetta, vescovo di Ventimiglia, che le emergenze arrivano all’improvviso. Dei migranti si sapeva, ma si è chiuso il centro della Croce Rossa.

Continue reading about Il vescovo, Alfano e Ventimiglia

Attenti alle caricature di Hofer, in testa alle presidenziali in Austria: più che un voto nazista sui migranti, è un voto nazionalista sull’Europa.

Continue reading about Tanto tuonò

Le unioni civili sono legge, con qualche anno di ritardo. C’è voluta una forzatura parlamentare, tra l’altro su un testo aperto a varie letture.

Continue reading about Il fumo e l’arrosto