Viminale

C’era un ministro che si indignava se un rinviato a giudizio veniva chiamato colpevole. Oggi, sul caso Yara e senza Berlusconi da difendere, ha cambiato idea.

Continue reading about L’ansia di Angelino

Ne avevo sentite parecchie, in questi due giorni, sul fatto che l’episodio dello scotch non fosse vero. E tutto sommato lo speravo anch’io, perché avrei di gran lunga preferito un’interrogazione parlamentare a vuoto rispetto alla conferma che abbiamo avuto stamattina dal ministro dell’Interno: la foto era vera, lo scotch sulla bocca c’era davvero, e lo […]

Continue reading about La lezione dello scotch

L’unico dubbio era che la cosa non fosse vera, perché ogni tanto in rete girano pure fesserie, ma la fotografia piuttosto casareccia e certamente rubata me lo ha fatto superare. In ogni caso nell’interrogazione al ministro Cancellieri ho usato il condizionale in abbondanza e ho chiesto innanzitutto di accertare lo svolgimento dei fatti, perché il […]

Continue reading about Una normale operazione di polizia

Aspettavo un gesto di Anna Maria Cancellieri da un paio di settimane abbondanti: da quando venne alla Camera, in Commissione Affari Costituzionali, e ci annunciò una rivoluzione sul tema dei permessi di soggiorno e della cittadinanza. Di concreto non è successo ancora nulla, ma almeno stamattina mi è arrivata una conferma che non avevo sognato: […]

Continue reading about La rivoluzione annunciata