Vendola

La minoranza Pd deve decidere: o con Renzi, sperando di cambiarlo, o contro, verso Landini e Vendola. Ma non può restare a lungo nella terra di mezzo.

Continue reading about La dura vita della minoranza

Comunque vada a finire il tentativo Renzi, il voto si allontana. E molti parlamentari gioiscono: al prossimo giro non ce l’avrebbero fatta.

Continue reading about La festa dei peones

Ho letto molto, forse anche troppo, sulla vicenda di Todi e sulle spaccature che hanno portato ad annullare l’incontro delle realtà cattoliche ormai programmato da tempo. Doveva essere il punto finale di un cammino durato anni, con il varo di una strategia comune da adottare in vista delle elezioni; in realtà il suo annullamento fa […]

Continue reading about In ordine sparso

Stamattina ho albeggiato con Cnbc, ospite di una diretta da Montecitorio prima che aprissero le Borse. Le domande erano sostanzialmente quattro. Uno: non è che Berlusconi vince un’altra volta, vero? No. Due: rispetterete gli impegni presi con l’Europa? Sì, pure con Vendola. Tre: è vera questa storia del salvataggio? Credo di no, visto che da […]

Continue reading about Monti dopo Monti

Da giorni, e non per propaganda, andiamo dicendo che al ballottaggio si riparte da zero a zero. E citiamo tre casi recenti in cui il secondo turno ha ribaltato il primo: Parma 2012, Napoli 2011, Roma 2008. Nel primo caso, Pizzarotti partì con la metà dei voti di Bernazzoli e finì con 20 punti di […]

Continue reading about Swing voters

Sono veramente contento per le primarie di ieri, e chi mi conosce sa della mia incapacità di mentire: contento sia per le primarie in sé, sia per il risultato di Matteo Renzi, che è riuscito ad arrivare al ballottaggio di domenica prossima con Pierluigi Bersani. Mi vengono in mente tutti quei dirigenti del mio partito […]

Continue reading about Daje

Il miglior endorsement a Matteo Renzi che mi sia capitato di leggere in questi giorni – ce ne sono stati diversi, così come del resto agli altri candidati – non è stato scritto da una persona, ma da una redazione: quella del Post, una delle principali testate italiane online. Il direttore Luca Sofri ed io […]

Continue reading about Reset

Be’, io ieri sera mi sono divertito, come spero molti altri. Non pensavo di convincere nessuno con le mie battutacce su twitter, né speravo che qualcuno si convincesse dopo un dibattito con troppi partecipanti per il poco tempo televisivo: si sa che in questi casi vinci se azzecchi lo slogan e la battuta, perdi se […]

Continue reading about Abbiamo vinto

È arrivato il giorno del confronto televisivo fra i cinque candidati alle primarie del Centrosinistra e mi muovono sentimenti contrastanti. Da un lato, sono contento che il confronto si faccia, perché è uno strumento democratico; dall’altro, al netto dell’ammirazione per Sky, mi dispiace seriamente che non si tenga sulle reti del servizio pubblico. Da un […]

Continue reading about Se fossi

Non so se qualcuno stia aspettando il morto, ma spero vivamente di no. Di certo, nelle ultime 48 ore le ragioni civili del dissenso dalla Tav sono finite sullo sfondo, spazzate via dalla violenza degli antagonisti. Che ti considerano servo dello Stato (o pecorella, appunto) quando sei lì a difendere l’ordine pubblico o a raccontare […]

Continue reading about Tra estremismo e reazione