Spesa Pubblica

Presentata la legge di stabilità: post-ideologica, diverse misure di buonsenso e approccio orientato al consenso. Ma la spending review è un’altra cosa.

Continue reading about Tra buonsenso e consenso

Giovedì mattina, ore 11.20, Camera dei deputati: si devono votare gli emendamenti alla legge sull’omofobia – alcuni tirano il testo da una parte, alcuni dall’altra – e il governo è invitato a dare i pareri. La risposta del viceministro Cecilia Guerra, che ha ereditato da Josefa Idem la delega alle Pari opportunità, è sincera e […]

Continue reading about Fermi tutti

Non va bene che i miei figli non sappiano l’inglese, pensavo ieri sera. E così ho deciso di mandarli quest’estate in un college a Oxford, perché non è giusto che in un mondo globalizzato gli italiani abbiano meno possibilità di chi nasce in un Paese anglofono. Tre mesi a Oxford, fino a quando non avranno […]

Continue reading about Buon voto

Tra le riflessioni intelligenti lette in queste ore, in un lunedì particolarmente nero per i mercati, quelle di Leonardo Becchetti hanno il pregio di essere comprensibili anche dai non addetti ai lavori. Becchetti, a me molto vicino per formazione umana, è un economista molto serio, che insegna a Tor Vergata e si occupa da anni […]

Continue reading about La crisi spiegata a mia zia

L’etichetta di ipermontiani, appiccicata da qualche commentatore politico all’iniziativa di ieri, è evidentemente una caricatura: come ha detto Marco Follini, “Monti non è il Papa e noi non siamo le guardie svizzere”. In quel noi c’è comunque un pezzo di Pd – ma non solo del Pd, va detto – convinto che, dopo un anno […]

Continue reading about Le colpe dei padri

Le possibilità per raddrizzare i conti sono solo due, incassare di più o spendere di meno, e il governo Monti le sta provando entrambe, come farebbe ogni governante dotato di cervello. Poi ci sono modi rozzi e modi raffinati: i primi posso immaginarli anch’io mentre guardo le partite, senza bisogno di un governo tecnico; i […]

Continue reading about Qualcosa di tecnico

Non commento l’intervista di Monti alla Stampa, per non dare fiato al dibattito sui possibili scenari nel 2013: con chi vada il Pd tra un anno, ammesso che vada con qualcuno, è un problema abbastanza secondario rispetto alle questioni grosse (spesa pubblica, giustizia, lavoro, rilancio dell’economia, trasparenza della politica) che ci attendono nei prossimi mesi. […]

Continue reading about Senza te

C’è ovviamente un contenuto simbolico, forse prima ancora che tecnico, nel dibattito sull’introduzione del pareggio di bilancio in Costituzione, approvato oggi in prima lettura alla Camera; trattandosi di una legge costituzionale, ora farà la navetta due volte ed avrà bisogno della maggioranza qualificata per non andare a referendum. A volere essere cattivo, uno potrebbe anche […]

Continue reading about In mutande