Sant’egidio

L’omicidio di Centocelle, con l’incendio al camper, riapre il dibattito sui rom. Un deficit di integrazione o un caso irrecuperabile?

Continue reading about Un caso a parte

Quando Renzi e Berlusconi uscirono dal Nazareno in profonda sintonia, con la bozza dell’Italicum sottobraccio, Casini rilasciò dichiarazioni al miele che in molti non capirono. Non spese una parola in difesa dei partiti di centro, destinati a uscirne con le ossa rotte, come aveva fatto invece 6 anni prima a Porcellum vigente; disse invece che […]

Continue reading about Il professionista

Messo in minoranza dall’ala di Mauro, che guarda ad Alfano e spera in un Ppe italiano, Monti lascia Scelta civica. Che in effetti era nata per altro.

Continue reading about C’era una volta

Ho letto molto, forse anche troppo, sulla vicenda di Todi e sulle spaccature che hanno portato ad annullare l’incontro delle realtà cattoliche ormai programmato da tempo. Doveva essere il punto finale di un cammino durato anni, con il varo di una strategia comune da adottare in vista delle elezioni; in realtà il suo annullamento fa […]

Continue reading about In ordine sparso

Il presidente delle Acli spiegava ieri su Europa che “stavolta la società civile vuole metterci la faccia”. Stavolta significa, senza giri di parole, alle prossime elezioni. Società civile significa un raggruppamento di organizzazioni cattoliche, di nobile tradizione e di notevole credibilità. Metterci la faccia significa salire sul treno di Montezemolo: non nel senso di Italo, […]

Continue reading about Metterci la faccia

Dice Monti, in un’intervista a Famiglia cristiana di cui è stata appena diffusa un’anticipazione, che non rischierà la stabilità del suo governo sull’altare della cittadinanza ai figli degli immigrati. E la mette sul pragmatico: “Potrei avere una soddisfazione intima morale”, perché è un tema a cui tengo, ma “se fosse risolto il problema al prezzo […]

Continue reading about Il pragmatico

Al ministro Riccardi non fa schifo la politica, altrimenti non avrebbe accettato di mettere tra parentesi il suo impegno per dedicarvisi. E se fino al giorno prima del giuramento al Quirinale era un tecnico, ora è un politico anche lui, come del resto lo sono diventato io – che di tessere in vita mia avevo […]

Continue reading about Tutti al teatrino

Se per l’italiano medio è stato un presidente della Repubblica – ottimo, discreto, mediocre o pessimo a seconda dei punti di vista – per me Oscar Luigi Scalfaro è stato molto di più. È stato un esempio di cristiano impegnato in politica, con una fede molto profonda; non mi riferisco al distintivo di Azione cattolica […]

Continue reading about Ciao, presidente

Non sarò obiettivo, lo metto subito in chiaro, nel racconto dell’audizione di Andrea Riccardi alla Commissione Affari Costituzionali. Se fingessi di esserlo, mentirei innanzitutto a me stesso, perché il ministro dell’Integrazione e della Cooperazione ha detto cose che penso da sempre, e che avrei voluto dire io se fossi stato al posto suo. Cerco almeno […]

Continue reading about Nuova stagione

Il  mio problema, a questo punto, diventa quello di essere obiettivo. Perché un governo con un ministero per la Cooperazione internazionale e l’Integrazione, ossia i due temi che stanno segnando il mio impegno in politica, me lo sognavo anche di notte. E il fatto che il ministro in questione sia Andrea Riccardi, fondatore della Comunità […]

Continue reading about In fondo al tunnel