Rinnovamento

Sulla camicia bianca si sono smossi fior di commentatori, e pure di stilisti. Ci hanno trovato significati reconditi: la politica moderna che fa chic e non impegna; la sinistra destrutturata, giovanile e a portata di mano; la nuova generazione che prende le distanze dalla casta imbalsamata di giacche e doppiopetti, pronta a rimboccarsi le maniche […]

Continue reading about I muscoli in camicia

L’episodio più famoso è quello della capogruppo alla Camera, Roberta Lombardi, nell’intervista a Radio Radicale sul nuovo presidente della Repubblica: fu la giornalista, Giovanna Reanda, a ricordarle il requisito costituzionale dei 50 anni di età per essere eletti. Ma l’interpretazione delle parole della cittadina presidente lasciava una minima via d’uscita (“Volevo dire che non è […]

Continue reading about Stagisti a 5 Stelle

Capisco che un’intervista come quella che ho rilasciato a Francesca Schianchi, sulla Stampa di oggi, possa finire dritta nella collana “Nonni e flipper”. Capisco, ma non me ne frega un emerito cavolo. Perché purtroppo – e ci tengo a rimarcare il purtroppo, visto che  i cadaveri sulla riva non li ho mai aspettati, né lo […]

Continue reading about È scappato il giaguaro

Una delle condizioni poste da Mario Monti per la Camera e da Beppe Grillo anche per il Senato è che i candidati non abbiano nel curriculum precedenti esperienze parlamentari. Nella furia iconoclasta di Grillo questa scelta appare comprensibile, nel moderato approccio montiano un po’ meno, ma tant’è: tra le caratteristiche dei candidati di Scelta civica, le […]

Continue reading about Il nuovo in Parlamento

Sono un po’ stanchino, come disse Forrest Gump dopo aver corso per tutti gli Stati Uniti. Stanchino ma contento di averci messo la faccia, di aver combattuto a testa alta, di aver difeso un’idea senza calcolare se mi convenisse o meno, di aver riportato a votare tanta gente che da un pezzo non ne aveva […]

Continue reading about A testa alta

Da giorni, e non per propaganda, andiamo dicendo che al ballottaggio si riparte da zero a zero. E citiamo tre casi recenti in cui il secondo turno ha ribaltato il primo: Parma 2012, Napoli 2011, Roma 2008. Nel primo caso, Pizzarotti partì con la metà dei voti di Bernazzoli e finì con 20 punti di […]

Continue reading about Swing voters

Uno dei temi chiave dell’ultima assemblea nazionale, quella in cui si approvarono le primarie, era relativo alle modalità di voto. Ne uscimmo con una formulazione abbastanza flessibile, che in sostanza fissava due cose: la registrazione obbligatoria e l’apertura di una finestra tra primo e secondo turno. Era così flessibile che, un minuto dopo la chiusura […]

Continue reading about Stumpo, ho preso l’aereo

Sono veramente contento per le primarie di ieri, e chi mi conosce sa della mia incapacità di mentire: contento sia per le primarie in sé, sia per il risultato di Matteo Renzi, che è riuscito ad arrivare al ballottaggio di domenica prossima con Pierluigi Bersani. Mi vengono in mente tutti quei dirigenti del mio partito […]

Continue reading about Daje

Il miglior endorsement a Matteo Renzi che mi sia capitato di leggere in questi giorni – ce ne sono stati diversi, così come del resto agli altri candidati – non è stato scritto da una persona, ma da una redazione: quella del Post, una delle principali testate italiane online. Il direttore Luca Sofri ed io […]

Continue reading about Reset

Prima ancora che Matteo Renzi si candidasse per le primarie, avevo già deciso da quale parte stare: dalla parte di un’offerta politica di Centrosinistra più coraggiosa di quella che eravamo stati capaci di mettere sul piatto negli ultimi 4 anni. Non ne ho mai fatto una questione contro Pierluigi Bersani, persona di grande equilibrio e […]

Continue reading about Io voto per