Rimpatri

Nonostante le visite abbastanza frequenti nel corso di questi anni, non siamo ancora riusciti a portare all’attenzione dell’opinione pubblica la situazione nei Cie: un po’ perché ai giornalisti è stato costantemente negato l’ingresso, un po’ perché l’immigrazione in Italia diventa argomento di dibattito solo quando c’è un episodio di cronaca nera. E così, con un […]

Continue reading about Peggio del carcere

Ne avevo sentite parecchie, in questi due giorni, sul fatto che l’episodio dello scotch non fosse vero. E tutto sommato lo speravo anch’io, perché avrei di gran lunga preferito un’interrogazione parlamentare a vuoto rispetto alla conferma che abbiamo avuto stamattina dal ministro dell’Interno: la foto era vera, lo scotch sulla bocca c’era davvero, e lo […]

Continue reading about La lezione dello scotch

L’unico dubbio era che la cosa non fosse vera, perché ogni tanto in rete girano pure fesserie, ma la fotografia piuttosto casareccia e certamente rubata me lo ha fatto superare. In ogni caso nell’interrogazione al ministro Cancellieri ho usato il condizionale in abbondanza e ho chiesto innanzitutto di accertare lo svolgimento dei fatti, perché il […]

Continue reading about Una normale operazione di polizia

Dopo aver saputo – non da molti organi di stampa, per la verità – della nuova fuga di immigrati dal Cie e dell’ennesima battaglia con le forze dell’ordine,  oggi ho preso il motorino e sono corso a Ponte Galeria. L’ultima volta c’ero stato a fine luglio, all’indomani di un episodio simile; la prossima occasione sarà […]

Continue reading about Lo zoo di Bobo

Ad ascoltare Silvio Berlusconi, che nello sproloquio sulla crisi economica ha dipinto l’Italia come il Paese dei balocchi, c’era oggi pomeriggio Roberto Maroni, venuto in Aula con dieci minuti di anticipo sul presidente del Consiglio ma con un’ora di ritardo sulla propria dignità. Non c’era infatti, il ministro dell’Interno, quando il Parlamento discuteva della morte dei […]

Continue reading about Noi non siamo così

Le agenzie di stampa dicono che stanotte c’è stata una rivolta al Cie di Ponte Galeria, con alcuni poliziotti feriti. Vero, per carità: gli agenti sono 11, tutti refertati. Ma è curioso che nessuno dica una parola sugli immigrati feriti, e che per sapere qualcosa sia necessaria l’informazione semiclandestina: quella di Gabriele Del Grande su […]

Continue reading about La rivolta

Uno può trovare tutti i sinonimi che vuole, ma io un posto del genere lo chiamo carcere. Un posto, voglio dire, con grate alte una decina di metri, e 27 telecamere che vigilano 24 ore al giorno, e soldati dell’esercito a controllare i monitor, e poliziotti a darsi il cambio con carabinieri e Guardia di […]

Continue reading about LasciateCIEntrare

Il giorno dopo aver scritto una lettera a Gianfranco Fini per chiedere che il crocifisso venga esposto nella Camera dei deputati, la Legaoggi ha dato prova del suo incontenibile afflato evangelico, trascinando quel che resta del Pdl in un vergognoso esercizio di sadismo sulla pelle dei più deboli, che solo incompetenza o malafede possono confondere […]

Continue reading about Buio profondo

La cosiddetta “direttiva rimpatri” che è arrivata oggi in Aula dovrebbe essere, nelle intenzioni della Lega, la carne fresca da dare in pasto agli affamati di Pontida, ancora scioccati dal fatto che il loro ministro dell’Interno non sia riuscito ad importare nel Mediterraneo il triangolo delle Bermude, in modo da inghiottire ogni barcone di disperati […]

Continue reading about La direttiva padana

Il dibattito politico sembra concentrato sull’articolo 18, che introduce la responsabilità civile dei magistrati, ma nell’esame della legge comunitaria – arrivata finalmente in Aula con un anno di ritardo, il che ci costerà probabilmente 20 milioni di euro in multe dell’Unione europea – stamattina abbiamo affrontato un tema che a me pare altrettanto importante: quello […]

Continue reading about Il colore della cravatta