Riforme

Il 2014 di Renzi: un po’ asteroide, un po’ shish, così politico da non fidarsi della politica stessa.

Continue reading about Lo sfacciato

“Imminente” l’addio di Napolitano, a 20 mesi dal bis: rispetto al 2013 la maggioranza è più larga, ma le riforme sono ancora buone intenzioni.

Continue reading about Nel guado

La minoranza non lascia, tranne forse Civati, e Renzi non li caccia. Storia di una guerra di nervi nel Pd, mentre si svolge l’assemblea nazionale.

Continue reading about La guerra di nervi

Per Renzi “il patto del Nazareno scricchiola”, Berlusconi dice di non fidarsi più. Ma la realpolitik trionferà: votare non conviene e poi c’è il Quirinale.

Continue reading about Realpolitik

Nel Jobs act, votato ieri dal Senato, un lungo elenco di principî. Ma spesa è fatta quando carrello è pieno.

Continue reading about Angeli e demoni

Mille giorni fa c’era un decreto che avrebbe dovuto salvare l’Italia. Tra mille giorni, chissà se andrà meglio.

Continue reading about Mille giorni fa

Al Senato la lunga settimana degli emendamenti. Con Renzi che preme, soprattutto per far vedere all’Europa che il ristorante ha cambiato gestione.

Continue reading about Mille giorni

Per l’Italia cambia poco, per Renzi molto: il primo sì alla riforma del Senato entro l’estate è un simbolo per un governo condannato a dare gas.

Continue reading about Pedala

Il M5S scopre di essere un partito e scende sulla terra: finisce in panchina il vaffa titolare ed entra in campo il dialogo, o almeno ci si prova.

Continue reading about Toh, un partito