Primarie

Capisco che un’intervista come quella che ho rilasciato a Francesca Schianchi, sulla Stampa di oggi, possa finire dritta nella collana “Nonni e flipper”. Capisco, ma non me ne frega un emerito cavolo. Perché purtroppo – e ci tengo a rimarcare il purtroppo, visto che  i cadaveri sulla riva non li ho mai aspettati, né lo […]

Continue reading about È scappato il giaguaro

La notizia era nell’aria già da fine dicembre, ma all’inizio dell’anno ho avuto la conferma – da fonti pluri-incrociate e attendibilissime – che il Pd non mi inserirà nelle liste dei candidati al Parlamento per la prossima legislatura. Sarei stato una presenza abbastanza scomoda, certamente troppo montiano per la linea del partito e di un […]

Continue reading about Non è tempo per noi

Riassunto della situazione, per chiarezza e onestà intellettuale: chi vuole legga, chi non vuole si fermi qui e si prenda i miei auguri più cari di buon Natale. Io lo passo in famiglia e in chiesa: gli unici approdi sicuri della mia vita, anche in mezzo alle tempeste. Non ho ancora chiaro se quella in […]

Continue reading about Di chi avrò paura?

Non è che uno voglia fare il prezioso, ci mancherebbe: l’onore di sedere in Parlamento e poter spendere la tua piccola goccia d’acqua per migliorare l’oceano in cui vivi è una cosa bellissima, al di là dei limiti di questa esperienza. E dico subito la verità: se dipendesse da me – se mi venisse data […]

Continue reading about Alla pari

Forse dovrei aspettare di conoscere le regole, che verranno decise lunedì prossimo dalla direzione nazionale, prima di esprimermi definitivamente sulle primarie per la scelta dei parlamentari Pd. Ma un paio di cose vorrei dirle anche oggi, a caldo, indipendentemente dalla mia decisione di candidarmi o meno: la prenderò la settimana prossima, appunto, dopo aver sentito […]

Continue reading about Due sport diversi

Sono un po’ stanchino, come disse Forrest Gump dopo aver corso per tutti gli Stati Uniti. Stanchino ma contento di averci messo la faccia, di aver combattuto a testa alta, di aver difeso un’idea senza calcolare se mi convenisse o meno, di aver riportato a votare tanta gente che da un pezzo non ne aveva […]

Continue reading about A testa alta

Il mio fioretto di oggi è non partecipare al gioco della lavagna, che mi pare abbia contagiato un po’ tutti in queste ore tese prima del ballottaggio di domani. Da una parte e dall’altra, stiamo dividendo il mondo in due colonne: di qua i bravi, cioè noi, e di là i cattivi, cioè loro; di […]

Continue reading about La lezione del rugbista

Da giorni, e non per propaganda, andiamo dicendo che al ballottaggio si riparte da zero a zero. E citiamo tre casi recenti in cui il secondo turno ha ribaltato il primo: Parma 2012, Napoli 2011, Roma 2008. Nel primo caso, Pizzarotti partì con la metà dei voti di Bernazzoli e finì con 20 punti di […]

Continue reading about Swing voters

Uno dei temi chiave dell’ultima assemblea nazionale, quella in cui si approvarono le primarie, era relativo alle modalità di voto. Ne uscimmo con una formulazione abbastanza flessibile, che in sostanza fissava due cose: la registrazione obbligatoria e l’apertura di una finestra tra primo e secondo turno. Era così flessibile che, un minuto dopo la chiusura […]

Continue reading about Stumpo, ho preso l’aereo

Sono veramente contento per le primarie di ieri, e chi mi conosce sa della mia incapacità di mentire: contento sia per le primarie in sé, sia per il risultato di Matteo Renzi, che è riuscito ad arrivare al ballottaggio di domenica prossima con Pierluigi Bersani. Mi vengono in mente tutti quei dirigenti del mio partito […]

Continue reading about Daje