Porcellum

Berlusconi scongiura il voto durante i servizi sociali, Renzi mette la bandierina, Alfano gode. Ma l’Italicum solo per la Camera è inutile e dannoso.

Continue reading about Il pastrocchio

Ci sono quelli interessati, renziani della prima o della seconda ora, che sperano in un nuovo giro di nomine per finire a Palazzo Chigi: via i bersaniani dai ministeri e dai sottosegretariati, dentro loro. E ci sono quelli ancora più interessati,nello schieramento avverso, che vorrebbero bruciare subito il sindaco per non ritrovarselo in mezzo ai […]

Continue reading about La trappola

Non farà impazzire le folle, ma non è nemmeno una schifezza: se migliorato, l’Italicum è la ricetta più commestibile con gli ingredienti di oggi.

Continue reading about Italicum for dummies

Vuoi affossare una legge? Mandala al Senato. Ma con il decreto sui soldi ai partiti, Letta dà un colpo mortale al bicameralismo perfetto.

Continue reading about Cartellino giallo

La vittoria di Renzi alle primarie Pd scuote le larghe intese: senza la sentenza della Consulta sul Porcellum, sarebbe già campagna elettorale.

Continue reading about Appesi a un filo

Come su bioetica e unioni civili, anche sulla legge elettorale i giudici intervengono dove il Parlamento non arriva. Perché non ci vuole arrivare.

Continue reading about Il vuoto si riempie

Dicono gli esperti che il déjà vu sia un’alterazione dei ricordi: lì per lì hai l’impressione di vivere una scena che hai già vissuto, o almeno sognato, ma poi – se vai nei dettagli – il ricordo fa acqua da più parti. Non ti ricordi quando, né dove, né sapresti aggiungere particolari: ti resta solo […]

Continue reading about Déjà vu

Tre erano i compiti che il Partito democratico si era posto alla vigilia del dibattito parlamentare sulle riforme. Innanzitutto, cercare un percorso il più possibile condiviso con il Centrodestra, per non compromettere la difficile tenuta del governo Letta. Poi, dare credibilità al cammino avviato, con qualche paletto certo e una scadenza temporale chiara, per ridurre […]

Continue reading about Un cammino difficile

Mi sa che oggi il Senato ha fischiato la fine della partita sulla riforma elettorale: se non succede un miracolo – e di miracoli in giro non ne vedo – si va al voto con il Porcellum, per una miopia generalizzata che ha evidentemente colpito i miei colleghi senatori. Al Pd rimprovero di non avere […]

Continue reading about Riecco il Porcellum

Vabbe’, vi dico subito come andrà a finire la riforma della legge elettorale: salta per aria la storia delle preferenze o dei collegi, ma non quella della soglia per poter accedere al premio di maggioranza. Un po’ per rispettare la sentenza della Corte Costituzionale sul concetto di rappresentanza, evitando di raddoppiare i seggi rispetto al […]

Continue reading about Mi vendo