Partito Democratico

Si vota per l’Europa e si pensa all’Italia: è tutto appeso a un derby, come per le squadre di metà classifica. Che, non vincendo mai, tifano contro.

Continue reading about La sindrome delle Coppe

Rinvio, anzi, voto: purché palese. Meglio un deputato in manette che un trappolone elettorale, dice il Pd. Che ora non ha più bisogno di Genovese, il suo parlamentare più votato alle primarie.

Continue reading about Manette sul voto

Dopo le tangenti, Renzi si gioca molta credibilità sull’Expo. Si scordi di essere il segretario del Pd, prenda l’accetta e non faccia sconti a nessuno.

Continue reading about La musica è cambiata?

Alfano e i centristi alzano i toni sul decreto lavoro, ma non possono far nulla: l’unico avversario del Pd, in questo momento, è il Pd stesso.

Continue reading about Come un treno

Miracoli della campagna elettorale: i rigoristi rinviano il pareggio di bilancio per trovare coperture, gli antirigoristi contrari per non favorire Renzi.

Continue reading about Ce lo chiedono le Europee

Il Pd lancia 5 donne in cima alle liste per le Europee e riparte la polemica sulle candidature strumentali. La risposta è nelle Regionali 2010 in Campania.

Continue reading about La faccia delle donne

Le Europee premiano spesso il voto in libera uscita, e il fronte antieuro domina i sondaggi. Renzi riuscirà a dire la verità senza perdere voti?

Continue reading about Il capro espiatorio

Due strani alleati hanno salvato il governo Renzi in queste prime settimane travagliate: Berlusconi e i giovani turchi.

Continue reading about Doppia sponda

Il sì della Camera all’Italicum serve a dire che le riforme sono partite. Ma è una legge sbagliata su diversi punti, che il Senato dovrà cambiare.

Continue reading about Senato, batti un colpo

Berlusconi scongiura il voto durante i servizi sociali, Renzi mette la bandierina, Alfano gode. Ma l’Italicum solo per la Camera è inutile e dannoso.

Continue reading about Il pastrocchio