Legalità

I funerali del boss dei Casamonica a Roma riportano l’Italia parecchi passi indietro. Ma è un problema dei governanti o della società?

Continue reading about Made in Italy

Marino divenne sindaco di Roma perché marziano, ora rischia di andarsene per lo stesso motivo. Due parole su Mafia Capitale e la maionese impazzita.

Continue reading about Il marziano

Severino? Impresentabili? Una roba per pochi, che non ha pesato: il Pd ha perso voti da solo. Parola degli spin doctor di De Luca alle Regionali.

Continue reading about Impresentabili per chi?

È un discorso complicato, quello su Equitalia, e per farlo bisogna premettere qualche domanda. È lecito che uno Stato chieda tasse ai propri cittadini? È lecito che sanzioni chi non rispetta le regole? È lecito che preveda un sistema di riscossione, per quei cittadini che non pagano quanto dovuto? Se una delle tre risposte fosse […]

Continue reading about Il confine della legalità

Con il blitz di oggi a Courmayeur, in pieno weekend sciistico, l’agenzia delle Entrate ha ripreso la strategia mediatica avviata a Cortina, passata per via Montenapoleone a Milano e proseguita a Sanremo nella prima serata del Festival: sembrava che i controlli di Napoli segnassero un cambio di rotta, perché al presepe in effetti manca ancora […]

Continue reading about Tax show

Oggi si è toccato in Aula un tema cruciale, quello dell’evasione fiscale, con 7 mozioni che sostanzialmente arrivavano alla stessa conclusione: più lotta all’evasione, meno tasse per i cittadini onesti. Lascio perdere, allora, le cose condivise e condivisibili, aspettando tra l’altro che Monti ci dica come intenderà attuare gli impegni, per concentrarmi sul resto: anche […]

Continue reading about Il parassita

Non so se fosse o meno rigore, perché il calcio sugli stinchi avviene lontano dalle telecamere, ma la caduta è così accentuata che in questi casi l’arbitro ti ammonisce pure se hai subito il fallo. Paolo Orneli probabilmente mastica poco pallone, o forse ne vede troppo, e si è buttato per terra come neppure Pippo […]

Continue reading about Rigore negato

Quando per un attimo venne fuori l’ipotesi di un governo Maroni al posto di Berlusconi – parliamo di un annetto fa, mi pare – si era diffusa la voce che il Pd fosse tentato dall’idea di appoggiarlo. Era solo una voce, per fortuna, perché non mi ricordo un’occasione ufficiale in cui i vertici del partito […]

Continue reading about La Lega a brandelli

Dopo una giornata come quella di oggi, ve lo assicuro, passa la voglia pure agli uomini di buona volontà. Un po’ per la pronuncia della Corte costituzionale sul referendum – l’avevo messa in conto, se ricordate, già quando sono andato a firmare – che resta un atto giuridico, per carità, ma che in un momento […]

Continue reading about Passa la voglia

Con la caduta del governo Berlusconi e il conseguente cambio degli equilibri in Parlamento, non è che nelle votazioni più recenti ci sia tutto questo pathos: Lega (e talvolta Idv) da una parte, resto del mondo dall’altra. Oggi, però, si è rivista la conta dei vecchi tempi, e per di più a scrutinio segreto, sull’autorizzazione […]

Continue reading about Come cambia il mondo