Legalità

È un discorso complicato, quello su Equitalia, e per farlo bisogna premettere qualche domanda. È lecito che uno Stato chieda tasse ai propri cittadini? È lecito che sanzioni chi non rispetta le regole? È lecito che preveda un sistema di riscossione, per quei cittadini che non pagano quanto dovuto? Se una delle tre risposte fosse […]

Continue reading about Il confine della legalità

Con il blitz di oggi a Courmayeur, in pieno weekend sciistico, l’agenzia delle Entrate ha ripreso la strategia mediatica avviata a Cortina, passata per via Montenapoleone a Milano e proseguita a Sanremo nella prima serata del Festival: sembrava che i controlli di Napoli segnassero un cambio di rotta, perché al presepe in effetti manca ancora […]

Continue reading about Tax show

Oggi si è toccato in Aula un tema cruciale, quello dell’evasione fiscale, con 7 mozioni che sostanzialmente arrivavano alla stessa conclusione: più lotta all’evasione, meno tasse per i cittadini onesti. Lascio perdere, allora, le cose condivise e condivisibili, aspettando tra l’altro che Monti ci dica come intenderà attuare gli impegni, per concentrarmi sul resto: anche […]

Continue reading about Il parassita

Non so se fosse o meno rigore, perché il calcio sugli stinchi avviene lontano dalle telecamere, ma la caduta è così accentuata che in questi casi l’arbitro ti ammonisce pure se hai subito il fallo. Paolo Orneli probabilmente mastica poco pallone, o forse ne vede troppo, e si è buttato per terra come neppure Pippo […]

Continue reading about Rigore negato

Quando per un attimo venne fuori l’ipotesi di un governo Maroni al posto di Berlusconi – parliamo di un annetto fa, mi pare – si era diffusa la voce che il Pd fosse tentato dall’idea di appoggiarlo. Era solo una voce, per fortuna, perché non mi ricordo un’occasione ufficiale in cui i vertici del partito […]

Continue reading about La Lega a brandelli

Dopo una giornata come quella di oggi, ve lo assicuro, passa la voglia pure agli uomini di buona volontà. Un po’ per la pronuncia della Corte costituzionale sul referendum – l’avevo messa in conto, se ricordate, già quando sono andato a firmare – che resta un atto giuridico, per carità, ma che in un momento […]

Continue reading about Passa la voglia

Con la caduta del governo Berlusconi e il conseguente cambio degli equilibri in Parlamento, non è che nelle votazioni più recenti ci sia tutto questo pathos: Lega (e talvolta Idv) da una parte, resto del mondo dall’altra. Oggi, però, si è rivista la conta dei vecchi tempi, e per di più a scrutinio segreto, sull’autorizzazione […]

Continue reading about Come cambia il mondo

Più ancora delle cose ascoltate, il dibattito alla Camera sulla mozione di sfiducia al ministro Romano mi ha lasciato in mente un colore: è il verde sbiadito della camicia indossata oggi da Umberto Bossi, probabilmente su suggerimento di Freud. Un verde sbiadito come la sua Lega, che vent’anni fa non si sarebbe mai sognata di […]

Continue reading about Baciamo le mani

Cerco di fare un riassunto della situazione innanzitutto a me stesso, perché negli ultimi giorni sembra di stare al cinema e la trama si arricchisce in continuazione di nuovi personaggi. Due deputati della Repubblica sono invischiati in una storia torbida di lobby, che toccherebbe da vicino anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, nonché principale […]

Continue reading about Un brutto film

Devo confessare che il dibattito interno alla maggioranza sulla riforma fiscale interroga anche me, che pure sto all’opposizione, perché è evidente che siamo di fronte al problema dei problemi, alla porta stretta che qualsiasi inquilino di Palazzo Chigi (presente o futuro) deve attraversare. Evito di riassumere quello che già sappiamo tutti, sul lungo cammino che […]

Continue reading about La cosa sbagliata