Cultura

Italia in vetrina per la cena alla Casa Bianca, e Renzi se l’è giocata bene. Buon appetito a tutti, ma soprattutto a Giusi Nicolini e Bebe Vio.

Continue reading about A cena da Barack

Trent’anni fa non sapevamo neppure che cosa fosse, a meno che non avessimo girato un po’ il mondo. Oggi i nostri figli ci chiedono zucche, maschere e trucchi da vampiro, e cominciano a frequentare feste a tema già una settimana prima. Che Halloween sia un business non ci piove. Che sia un rischio per la […]

Continue reading about Paura?

“Tre uscieri in un corridoio, due in un altro: al ministero sono impiegate cinque persone con il compito di dirmi buongiorno e buonasera. Volevo mandarne uno al museo di piazza Venezia, che non ha custodi. Mi hanno chiesto se stessi scherzando e se venissi dalla Luna”. Non è la convention del MoVimento 5 Stelle, ma […]

Continue reading about 5 uscieri per 1 buongiorno

Ci sono parecchie fesserie nell’intervista che il nostro presidente del Consiglio ha rilasciato al Foglio di oggi. Oppure, se preferite una versione più verosimile, ci sono parecchie fesserie nelle risposte che lo stesso Giuliano Ferrara ha scritto alle proprie domande, firmandole Silvio Berlusconi ma arrivando persino ad autocitarsi in più di un passaggio. Avrei voluto […]

Continue reading about Giù dal pero

Sia giornalisticamente che politicamente, la mozione su Bondi è arrivata alla Camera un po’ scarica: noi l’avevamo presentata a novembre, dopodiché era stata rinviata per il voto di sfiducia al governo del 14 dicembre, e nel frattempo era un po’ sparita dal dibattito pubblico. L’abbiamo votata oggi, con un esito molto più prevedibile rispetto al […]

Continue reading about Il giorno di Bondi

Una legge così in altri Paesi non ci sarebbe bisogno di proporla, perché esiste già. Una legge, cioè, come quella che abbiamo presentato ieri alla Camera, sull’istituzione di una nuova materia scolastica per medie e le superiori: l’ora di introduzione alle religioni, diversa dalla storia delle religioni e dall’insegnamento della religione cattolica. Il quale – […]

Continue reading about Un sasso nello stagno

È difficile restare concentrati e votare un provvedimento – soprattutto se controverso, come il ddl Gelmini – quando sai che, lì fuori, c’è il pandemonio. Degli scontri di oggi avrete certamente saputo, ma nessuno vi avrà potuto raccontare la sensazione che si provava qui dentro, circondati dalle forze armate come se fosse in atto un […]

Continue reading about Il colpo di grazia

C’è una cosa che mi disturba, in questo difficile passaggio politico sulla riforma dell’università, e riguarda un grande equivoco in cui rischia di finire il Partito democratico: l’equivoco che il no al ddl Gelmini venga confuso con un rifiuto a qualsiasi cambiamento nel settore. Provo imbarazzo, lo confesso, quando sento dire da alcuni manifestanti che […]

Continue reading about A viso aperto

Secondo giorno di protesta nelle strade attorno al Parlamento, e noi dentro a cercare di limitare i danni del ddl Gelmini. L’operazione è parzialmente riuscita almeno sul piano procedurale, nel senso che siamo riusciti a far slittare l’approvazione della sedicente riforma: ne riparliamo martedì prossimo, e siccome in politica ogni giorno è lungo un mese […]

Continue reading about La riforma punitiva – parte 2

Le uova le hanno tirate al Senato, ma la battaglia sul ddl Gelmini si sta svolgendo qui da noi. Dove la riforma dell’università viene trattata dai finiani come un’arma di ricatto, a seconda delle convenienze del momento, e gli oltre 500 emendamenti presentati dalle opposizioni stanno sbattendo in massa contro il muro della maggioranza. Futuro […]

Continue reading about La riforma punitiva