Aventino

Che la fiducia di oggi sarebbe stata meno scontata del previsto lo dicevano ieri, in Transatlantico, proprio alcuni deputati della maggioranza. Ma non ci abbiamo creduto più di tanto, perché immaginavamo che nelle 24 ore successive Berlusconi avrebbe trovato argomenti convincenti per tutti.  Così è stato, e con 316 voti il governo è sopravvissuto anche […]

Continue reading about Silvio’s bazar

La colonna sonora del giorno è indubbiamente The sound of silence, di Simon e Garfunkel, perché quei banchi vuoti parlano da soli. Dicono che almeno mezza Italia è stufa di un presidente del Consiglio tutto chiacchiere e distintivo: al di là delle storie politiche di ognuno, e forse anche al di là delle collocazioni future dei vari […]

Continue reading about The sound of silence

La politica è un po’ come il calcio, nel senso che l’italiano medio pensa di essere contemporaneamente un grande statista e un ottimo allenatore della Nazionale. Non mi stupisce, dunque, che la scelta del Pd di abbandonare l’Aula domani, per non legittimare la richiesta di fiducia da parte di Silvio Berlusconi, stia raccogliendo in giro […]

Continue reading about Tutti fuori

Se il presidente della Repubblica sta convocando al Quirinale i capigruppo di tutte le forze presenti in Parlamento, per spiegare loro che così non si va avanti, vuol dire che la situazione è oggettivamente scappata di mano. Mai, in questi tre anni, eravamo arrivati ad un livello di scontro del genere. E poche altre volte, […]

Continue reading about La maggioranza altrove