cirinnà governo boschi unioni civili senato

Nell’era della tecnologia domestica e della comodità, vedere gente uscire di casa e scendere in piazza per difendere delle idee continua a stupirmi. Lo dico al di là del merito, come constatazione generale: l’idea che qualcuno lasci le proprie pantofole in nome di un’idea o di un principio è tutto il contrario del televoto nelle trasmissioni tv, in cui decidi senza spostarti dal divano; qui, invece, ti sposti dal divano per far arrivare il tuo messaggio a chi è deputato a decidere. Proprio due grandi eventi di piazza (Sveglia Italia ieri, Family day sabato prossimo) accompagnano la discussione sulle unioni civili in Senato, e per una volta il Parlamento torna a essere un luogo centrale delle decisioni. Ma il Parlamento è anche plurale, per sua natura, e quindi il dibattito non sarà facile. I giornali locali del Gruppo Espresso mi hanno chiesto un commento, io l’ho scritto qui. Buona lettura.

Did you like this? Share it:

Tags: , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Paged comment generated by AJAX Comment Page
IMPORTANTE! Prima di pubblicare il commento, devi mostrare le tue abilità matematiche e risolvere la difficilissima operazione qui sotto (è una precauzione anti-spam, abbi pazienza). Poi spingi il pulsante "submit".

Quanto fa 11 + 7 ?
Please leave these two fields as-is: