La prima cosa che mi ha colpito, nell’audizione di oggi in Commissione Difesa, è stata la provenienza politica dei deputati presenti: ad ascoltare Rete Disarmo e Sbilanciamoci sugli F35 eravamo per due terzi del Pd, con un piccolo drappello della Lega e un-deputato-uno di Pdl e Udc. No Fli, no Idv, no Responsabili, no Api. E quei pochi non del Pd (Udc compresa) hanno avuto un approccio alla discussione poco laico, come se stessimo parlando di verità rivelate e non di una decisione – per fortuna ancora da prendere – che ha invece bisogno di ragionamenti seri, conti alla mano, e nella quale ogni informazione supplementare deve essere benvenuta.

Il mio punto di vista sul tema è abbastanza noto: con la mozione Colomba – firmata insieme a Savino Pezzotta – chiedevamo la sospensione del programma di acquisto dei cacciabombardieri già due anni fa, per una serie di motivi che andavano oltre il nostro personale approccio al tema degli armamenti. Il sasso nello stagno è stato lanciato (e raccolto pure dall’Idv, che ha presentato una propria mozione analoga), qualche risultato comincia a vedersi (l’annuncio del ministro della Difesa di tagliare il 30% del programma) e forse si potrà ancora fare di più, se il Parlamento accetterà di discuterne senza pregiudizi. Finora, le ragioni dell’acquisto di cacciabombardieri sono state giustificate con alcuni argomenti vicini all’ineluttabilità: i nostri armamenti sono ormai vecchi di 15 anni, ci serve il decollo verticale perché altrimenti dalla Cavour non sappiamo più cosa far partire, i nostri alleati lo pretendono, e così via. D’altra parte, non aiutano il dibattito neppure certe ragioni di noi pacifisti (mi ci metto anch’io, per onestà intellettuale): non è che i simpatizzanti degli F35 siano insensibili alla mancanza di asili nido, ospedali e treni per pendolari (che con quei soldi potrebbero essere costruiti), ma piuttosto considerano i nuovi armamenti un’urgenza ancora più impellente per il futuro dell’Italia e ne enfatizzano il grande impatto positivo sull’economia. Se vogliamo fare un altro passo in avanti, allora, dobbiamo controbattere a quelle tesi con argomenti comprensibili a chi la pensa diversamente: non invitando a mettere fiori nei cannoni, come faremmo d’istinto, ma spiegando che in altri Paesi il programma è saltato (Australia) o potrebbe farlo (Giappone) proprio perché economicamente insostenibile, e che pure negli Usa uno come John McCain – tutto fuorché pacifista – ha chiesto la sua revisione. Oppure chiedendo al governo – che negli ultimi tre anni non c’era, per carità, e dunque la colpa non è sua – la trasparenza necessaria sulle ricadute economiche del progetto, visto che le stime della Rete disarmo e di Sbilanciamoci parlano di ricavi magnificati, di posti di lavoro gonfiati ad arte, di sopravvalutazione del ritorno industriale e di sottovalutazione dei costi. E il governo del rigore, delle manovre SalvaItalia, della riforma previdenziale e del welfare senza soldi non può fare passi più lunghi della gamba nemmeno su un tema (pur importante) come la difesa. Quanto ci possiamo permettere tutto ciò? Quanto ci conviene davvero? Quanto è ineluttabile, come ci si vuol far credere, e quanto invece si può ulteriormente tagliare rispetto all’operazione Guerre stellari che ci avevano venduto fino a pochi mesi fa?

Did you like this? Share it:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

3 commenti to “Guerre stellari”

  1. Andrea Sarubbi scrive:

    Qui c’è il comunicato di Rete disarmo e Sbilanciamoci dopo l’audizione di oggi: http://www.disarmo.org/nof35/l.....mera-i-dat

  2. MANLIO scrive:

    la guerra persa dall Francia in Lbia,non solo ha fallito l’obiettivo della rapina dei nostri contratti,ma ha dimostrato che l’Italia,grazie alla sua disponibilita’ed alle basi che ospita,è fondamentale per la difesa dell’Occidente.L’F35 va preso a qualunque costo.Dietro le “reti pacifiste” che tentarono di impedirci la missione in Iraq come l’acquisto dell’F35 ci sono i servizi francesi.Sanno che quell’aereo potrebbe arrivare su Parigi senza essere visto,e cio’ diturba i sarkobanditi

  3. ciceto tertio scrive:

    Manlio, visto che sei benestante, perchè non ti compri pure tu un F35, nuturalmente di un colore che faccia pandant (bel francesismo…) con il tuo bestione. Ti prometto di non dirlo ad Equitalia, naturalmete a patto sul tuo onore che non tu vada a sorvolare i cieli transalpini.
    Toglimi una curiositatà, anche sono sono c…. tuoi: ti sei comprato un Hummer? ti potrei regalare i tappetini, li ho recuperati al mercatino americano di Livorno.

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Paged comment generated by AJAX Comment Page
IMPORTANTE! Prima di pubblicare il commento, devi mostrare le tue abilità matematiche e risolvere la difficilissima operazione qui sotto (è una precauzione anti-spam, abbi pazienza). Poi spingi il pulsante "submit".

Quanto fa 7 + 4 ?
Please leave these two fields as-is: