Fui tra coloro che si astennero nella mozione contro Nicola Cosentino, a fine gennaio. Vi consiglio di rileggere il mio post di allora, perché mi pare abbastanza esauriente, ma per i più pigri riassumo il senso di quell’astensione: non si potevano chiedere le dimissioni di qualcuno, per quanto la sua presenza nel governo potesse essere imbarazzante, se questo qualcuno non era neppure iscritto nel registro degli indagati; non si potevano, in sostanza, delegare ad un’inchiesta giornalistica i compiti di un’indagine giudiziaria, tanto più che si trattava di un’indagine in corso. Quell’astensione mi costò parecchie accuse – la prima subito dopo, da parte dell’Espresso; l’ultima qualche giorno fa, da parte di Marco Travaglio nella puntata di Annozero - ma, tornando indietro, rifarei la stessa cosa. In quelle condizioni, con i giudici che ancora non si erano pronunciati sull’attendibilità di quei pentiti, rifarei la stessa cosa; anzi, ho addirittura la presunzione di credere che lo stesso Pd oggi sarebbe meno avventuroso e ci penserebbe dieci volte, prima di presentare una mozione del genere senza il minimo appiglio nelle carte giudiziarie. Adesso, 9 mesi e mezzo dopo, il panorama è cambiato: il gip – che l’anno scorso aveva respinto la richiesta di arresto da parte della Procura – ha ricevuto altre deposizioni dei pentiti e, soprattutto grazie all’ultima testimonianza, si è convinto della necessità di chiedere la custodia cautelare di Cosentino. Saremo noi a dover votare l’autorizzazione a procedere – cosa che probabilmente avverrà la settimana prossima, o quella successiva: il tempo, cioè, che la Giunta per le autorizzazioni studi a fondo il faldone di 350 pagine appena arrivato – e naturalmente voterò perché la richiesta del giudice venga esaudita. Ma le possibilità che la Camera dia il via libera alla custodia cautelare sono davvero bassissime, perché il Centrodestra – se le mie previsioni sono giuste – si chiuderà a riccio: anche i finiani più scettici voteranno in difesa di Cosentino, perché ormai il risultato politico è stato portato a casa. Con la battuta di oggi a Sky, infatti, Fini ha definitivamente archiviato la pratica della sua candidatura a governatore della Campania, che fino a ieri era “inopportuna” ed ora è diventata “impossibile”. Poi la versione ufficiale sarà sempre un’altra (si parla già di strumentalizzazioni politiche, glissando sul fatto che i beneficiari di questa sentenza sono innanzitutto i concorrenti interni di Cosentino nella corsa alla candidatura), ma in realtà c’è metà del Pdl che ringrazia i giudici per aver fatto quello che i vertici del partito non avrebbero avuto il coraggio di fare: togliere di mezzo dalla corsa per la Regione Campania un candidato pieno di voti ma impresentabile ed a rischio permanente di condanna. Il giorno in cui i partiti sapranno regolamentarsi da soli, senza lasciare ai giudici il compito di decidere sulle candidature, sarà un bel giorno per tutta la politica.

Did you like this? Share it:

Tags: , , , , , , , , ,

9 commenti to “Custodia cautelare”

  1. francesco scrive:

    presumo che voterai perchè venga concessa l’autorizzazione…

  2. Francesco Grana scrive:

    “Ormai il risultato politico è stato portato a casa”. E’ tutto qui!

  3. pinosp scrive:

    perfettamente d’accordo con il tuo comportamento e con l’ultima frase del tuo post. ma quel giorno è troppo lontano. così come è lontano il giorno in cui la politica saprà espellere da sola le mele marce senza lasciare campo libero ai giudici.

  4. Marco scrive:

    “Ormai il risultato politico è stato portato a casa”. Questi sono i risulati di cui la nostra politica di nutre. Evidentemente, una politica con la ‘p’ molto minuscola.

  5. il moralista scrive:

    (sbotto bilioso) di traverso… non so perché ma mi pare c’entri…

    “Processo breve? Il rischio (tra le altre cose, ndr) è la depenalizzazione del reato d’usura. La denuncia di Sos Impresa, associazione di Confesercenti nata per difendere la libera iniziativa imprenditoriale. Busà: “L’usura c’entra perché non viene considerato un reato di mafia e ha processi lunghissimi”… (fonte: Redattore sociale)

    Per capire davvero le priorità – o almeno le cecità – della nostra “politica” cui noi cittadini diamo mandato di operare. Poi dici che spunterebbero i Cosentino (il condizionale è d’obbligo… di deve dire in questi casi).

  6. manlio laurenti scrive:

    Il giorno in cui i giudici si toglieranno dalla testa l’illusione di condizionare la politica,se ho capito come è fatto Berlusconi,non è lontano.L’eroico PM Ingroia,lo Sbirro Giustizialista,le procure Bosceviche dovranno attendere che ad iniziare l’inchiesta siano le Forze dell’Ordine.Come ha detto giustamente Minzolini,è dal 92 che il Parlamento è pieno,non a caso,di giudici,lo sono i partiti,e ce n’è uno fondato da un giudice:e che giudice,che sbirro,anzi.Non ho capito se nel caso di Cosentino l’inchiesta sia partita da qualche PM o dalla Polizia.Se è stata quest’ultima benissimo.Se no,che il Parlamento blocchi tutto.Tanto si agiteranno,che si stancheranno.Poi arrivera’ la riforma.

  7. manuel scrive:

    Caro Manlio Laurenti,

    lo Sbirro Giustizialista piaceva tanto al nanetto tanto tempo fa, tant’é che chiese di fare il ministro nel suo governo. Così come ad un altro suo collega, Davigo. E Tiziana Parenti, te la ricordi? Fu il primo magistrato del Pool di Mani Pulite ad entrare in politica, guardacaso in Forza Italia. E poi, scusa, dimentichi certe procure azzurre? Hai mai sentito dire che Di Pietro è stato indagato per 57 volte da una sola procura per poi essere sistematicamente assolto? Certo…se continuerai ad ascoltare le cavolate di Minzolini, stiamo freschi.

    Meno male che ieri sera Battista ha dato 4 calci nel sedere a Lupi, ricordandogli di smetterla di prendere in giro gli italiani. L’accellerazione improvvisa sulla c.d. riforma della giustizia (che riforma non è, semmai controriforma e legge ad personam, l’ennesima) è giustificata, ancora una volta, dai guai giudiziari del nanetto. Ancora una volta, dimostri di essere l’esatto contrario del dipietrismo-giustizialista. Tu sei l’emblema del berlusconismo-antigiustizialista-filoimpunitario. Ma poi, quando sono quelli dell’opposizione ad essere indagati, fate voi i giustizialisti. Come si dice a Napoli, prima chiagnete e poi fottete. Guardati il sito di forzaitalia.it di oggi: in alto, l’ennesima denuncia della presunta persecuzione giudiziaria ad orologeria nei riguardi di Cosentino; in basso, un articolo intitolato “crollo del mito della buona amministrazione di sinistra”, che segnala le inchieste che hanno coinvolto esponenti del Pd in Toscana. Ma che doppiopesismo, complimenti!

  8. manuel scrive:

    E poi, auspichi che ad iniziare le indagini siano le forze dell’ordine, che sai benissimo come dipendano dall’esecutivo. Complimenti per il tuo spiccato masochismo.

  9. Luana scrive:

    No, non mi sembra una giustificazione, chi fosse Cosentino si sapeva a prescindere dall’inchiesta giornalistica, non si può e non si deve infilare la testolina sotto la sabbia vantandosi di essere buoni e giusti e convivere in parlamento con Cosentino.
    Mi dispiace, lo so che è la solita politica di “cristiana” coerenza, ma anche Gesù poteva essere salvato da Ponzio Pilato se non avesse preferito che il lavoro sporco, del giudizio lo facesse qualcun’altro. E così meglio non sporcarsi la coscienza e sedersi nello sesso parlamento con uno che ha le mani sporche di mafia. Almeno finché non c’è un straccetto, una pezza che non possano obbligarmi a fare altrimenti e sempre se non si trova un modo per sistemarla quella pezza in modo che non dia noia.
    Oh cielo, che brutto ambiente il Parlamento!

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Paged comment generated by AJAX Comment Page
IMPORTANTE! Prima di pubblicare il commento, devi mostrare le tue abilità matematiche e risolvere la difficilissima operazione qui sotto (è una precauzione anti-spam, abbi pazienza). Poi spingi il pulsante "submit".

Quanto fa 11 + 14 ?
Please leave these two fields as-is: