Berlusconi

Miracoli della campagna elettorale: i rigoristi rinviano il pareggio di bilancio per trovare coperture, gli antirigoristi contrari per non favorire Renzi.

Continue reading about Ce lo chiedono le Europee

Pochi numeri, ma raccontati bene: Renzi esce vivo dal primo Def e manda a Bruxelles un segnale positivo. Restano comunque parecchie incognite.

Continue reading about I numeri e le incognite

Berlusconi si gioca le ultime carte in una condizione di debolezza: se non fa le riforme, i suoi elettori capiranno? Ma esistono rischi anche per Renzi.

Continue reading about Le ultime carte

Due strani alleati hanno salvato il governo Renzi in queste prime settimane travagliate: Berlusconi e i giovani turchi.

Continue reading about Doppia sponda

Il sì della Camera all’Italicum serve a dire che le riforme sono partite. Ma è una legge sbagliata su diversi punti, che il Senato dovrà cambiare.

Continue reading about Senato, batti un colpo

Berlusconi scongiura il voto durante i servizi sociali, Renzi mette la bandierina, Alfano gode. Ma l’Italicum solo per la Camera è inutile e dannoso.

Continue reading about Il pastrocchio

Zero a zero su campo impraticabile, poi gol di Renzi nei supplementari. Ma lo streaming con Grillo è solo un teatrino (il terzo) prima delle Europee.

Continue reading about Molto streaming per nulla

Comunque vada a finire il tentativo Renzi, il voto si allontana. E molti parlamentari gioiscono: al prossimo giro non ce l’avrebbero fatta.

Continue reading about La festa dei peones

Quando Renzi e Berlusconi uscirono dal Nazareno in profonda sintonia, con la bozza dell’Italicum sottobraccio, Casini rilasciò dichiarazioni al miele che in molti non capirono. Non spese una parola in difesa dei partiti di centro, destinati a uscirne con le ossa rotte, come aveva fatto invece 6 anni prima a Porcellum vigente; disse invece che […]

Continue reading about Il professionista

Le certezze dell’Italicum di Renzi e Berlusconi: centristi destinati a scegliere, partiti minori obbligati ad accodarsi, Grillo più lontano dal governo.

Continue reading about Tutti per due