Islam

Dopo quella della settimana scorsa sulle carceri italiane, dalla Corte europea per i diritti dell’uomo di Strasburgo sono arrivate tre sentenze molto interessanti sulla laicità. Una delle quali, pur trattando di vicende britanniche, in sostanza smonta l’impianto concettuale della legge francese del 2004 sul divieto di ostentare simboli religiosi: una legge passata all’epoca quasi all’unanimità […]

Continue reading about Oh, my God

Una delle metafore migliori sull’immigrazione in Italia, rubata a Massimo Livi Bacci, è che non va vista come una protesi ma come un trapianto: non si mette al mattino e si leva la sera, ma diventa un tutt’uno con il corpo che la accoglie, con tutti i pregi che ciò significa e con tutti i […]

Continue reading about Italia, 2012

Per carità, già ai tempi della maglietta di Calderoli su Maometto avevamo avuto modo di sperimentare sulla nostra pelle quanto risentimento il dileggio dei simboli religiosi possa provocare in certe aree del mondo. E se lo condannammo allora, sarebbe strano non farlo oggi, solo perché al posto della Lega c’è un misto di ebrei, cristiani […]

Continue reading about Solo un film?

Fino a qualche anno fa, l’inizio del Ramadan era roba da appassionati di politica estera; oggi, nonostante i musulmani siano solo un terzo degli immigrati regolarmente residenti in Italia, comincia a riguardarci un po’ più da vicino. Alcune aziende prevedono accordi specifici per i lavoratori musulmani, tanto per fare un esempio, e questo è certamente […]

Continue reading about Food for thought

Nelle stesse ore in cui i giornali riportano che in Gran Bretagna gli scout hanno deciso di adottare la propria divisa alle ragazze musulmane che lo desiderano, perché possano frequentare il reparto e contemporaneamente indossare l’hijab, in Italia un gruppo di imbecilli picchia due giovani donne originarie della Tunisia, perché una delle due ha la […]

Continue reading about Cronaca vera

La novità è che sul gioco d’azzardo dovrebbe arrivare un decreto del governo, nel quale il ministro Riccardi ha chiesto di inserire un articolo per la limitazione degli spot. O almeno per la loro regolamentazione, per far capire all’italiano medio quali siano le effettive possibilità di vincita in ogni concorso. Se si dicesse, ad esempio, […]

Continue reading about Aiutateci ad aiutare

In tre anni e mezzo da cristiano impegnato in politica, per di più nel Parlamento e su temi (come l’immigrazione o la lotta alla povertà) che alla Chiesa stanno a cuore, Comunione e liberazione non mi ha mai invitato a parlare al Meeting di Rimini. Premetto questo solo per darvi un’idea della mia estraneità al […]

Continue reading about Che mangino brioches

Chiudo gli occhi e faccio un sogno: un Paese in cui gli immigrati regalano ogni anno un miliardo e mezzo di euro allo Stato che li ospita; in cui abbassano l’età media della popolazione (44 quella degli autoctoni, 32 la loro) e danno una grossa mano al sistema previdenziale con i 7 miliardi e mezzo […]

Continue reading about L’Italia reale

I dati annuali dell’Istat sull’immigrazione, usciti ieri, stanno a me come la vendemmia sta a un produttore di vino: passo molto del mio tempo a parlare di questo tema in giro per l’Italia, ma le mie sarebbero solo chiacchiere da bar se non avessi i numeri. Perché sull’immigrazione puoi avere tutte le idee di questo […]

Continue reading about L’Italia che cambia

Quando arrivò la notizia dell’aereo finito su una torre del World trade center, prima ancora che ci si rendesse conto di tutto, ero alla Rai. In una saletta del Salario, con l’aiuto di un amico regista, stavo preparando una cosa che pensavo mi avrebbe cambiato la vita, mentre non mi servì assolutamente a nulla: era […]

Continue reading about Enemy alien