Gay

Le unioni civili sono legge, con qualche anno di ritardo. C’è voluta una forzatura parlamentare, tra l’altro su un testo aperto a varie letture.

Continue reading about Il fumo e l’arrosto

Il M5S, d’accordo sulle unioni civili, non vuole togliere le castagne dal fuoco al Pd. Anche perché prendere le castagne con le mani in tasca è difficile.

Continue reading about Le mani in tasca

La democrazia diretta non funziona sempre: libertà di voto per i Cinquestelle sulla stepchild adoption. Ma è normale, in partiti contenitori e plurali.

Continue reading about M5S, stepchild e libertà

Ieri lo Sveglia Italia, sabato prossimo il Family day: il dibattito sulle unioni civili in Senato si annuncia teso. Ma pluralismo non significa paralisi.

Continue reading about Di piazza in piazza

Si avvicinano le elezioni e per Renzi arriva il tempo dei diritti, a cominciare dal dossier sulle unioni civili. Ma tutto compatibilmente con Alfano e con la pancia dell’Italia, come dimostrano i tempi lunghi sulla cittadinanza e la retromarcia sul reato di clandestinità.

Continue reading about Le cose di sinistra

Tra gli incontri privati del Papa negli Usa e i coming out dei monsignori gay alla vigilia del Sinodo, nella Chiesa si apre la guerra interna sulla famiglia. Con la tattica più banale: quella di tirare per la giacca Francesco, che non apprezza.

Continue reading about La giacchetta del Papa

Sconfitta per l’umanità, prendere atto della realtà o non giudicare? La risposta della Chiesa all’introduzione del matrimonio gay in Irlanda.

Continue reading about Parole e pietre

I sindaci trascrivono i matrimoni gay, i prefetti li annullano: manuale di come non si affronta il tema. Ma almeno in Senato si riparla di unioni civili.

Continue reading about Scene da un matrimonio

Gli agenti del giovane Michael Sam, giocatore di football del Missouri, hanno in mano una notizia: il loro assistito ha comunicato loro di essere omosessuale. Sembra un dettaglio, ma non lo è, perché da questo particolare potrà dipendere il futuro sportivo dell’atleta (e di conseguenza anche quello economico della sua agenzia): qualcuno potrebbe ingaggiarlo apertamente […]

Continue reading about Coming out

Roberto Formigoni ha già messo le mani avanti: ci sia una moratoria sui temi etici, ha scritto su Twitter, perché alle ultime elezioni non ha vinto nessuno. E il governo, ha aggiunto, ha un mandato limitato alle riforme economiche, elettorali e costituzionali. Difficile dargli torto sul risultato delle ultime Politiche, difficile anche contraddirlo sul respiro […]

Continue reading about Un tema scomodo