Economia

La politica è anche marketing (pure la scelta del nome Equitalia lo fu nel governo Prodi), uno sport in cui Renzi è più forte di Visco e Padoa Schioppa.

Continue reading about Equitalia, i nomi e le cose

Pochi ma buoni? Detta dopo il Brexit, sembra la volpe e l’uva. Ma ora l’Italia può guadagnare peso e incidere di più nelle politiche strabiche dell’Ue.

Continue reading about Il Brexit e noi

Attenti alle caricature di Hofer, in testa alle presidenziali in Austria: più che un voto nazista sui migranti, è un voto nazionalista sull’Europa.

Continue reading about Tanto tuonò

Partito il Papa, in Centrafrica resta una guerra che di religioso ha solo l’aspetto. E che fa comodo a molti.

Continue reading about Il mondo capovolto

Ricomincia il campionato: con i problemi di sempre, dice Damiano Tommasi, che cerca di cambiare il calcio dal di dentro.

Continue reading about Palla al centro

Il centro da occupare, il partito visto come una valigia pesante, persino il linguaggio: nel Renzi di ieri all’assemblea Pd c’è parecchio Berlusconi.

Continue reading about C’era una volta Silvio

Tsipras cede sovranità e paga un prezzo politico, in cambio di un accordo ragionevole con l’Europa. Che però avrebbero firmato anche i suoi avversari.

Continue reading about Sul filo del rasoio

Al Parlamento europeo Tsipras temporeggia, ma l’Europa ha fretta.

Continue reading about Il passo e la gamba

Gli 80 euro delle Europee, i rimborsi ai pensionati a ridosso delle Regionali: è il consenso, bellezza. Ma questi 2 miliardi erano davvero per i poveri?

Continue reading about A caccia di voti

Le donne, il potere e la condanna a dover essere per forza un simbolo: tra 81 anni, forse, sarà tutto risolto. Nel frattempo, le mimose.

Continue reading about Nel frattempo, le mimose